• Nebenweg/Erlebnispfad im Masoala Regenwald

Sostenibilità allo Zoo di Zurigo

Lo Zoo di Zurigo, in quanto tramite fra l'uomo, la natura e gli animali, nonché centro per la conservazione della natura lavora incessantemente per salvaguardare le risorse e ottimizzare la propria sostenibilità.

Lo Zoo di Zurigo è una struttura a impatto zero sul clima: ha sottoscritto un accordo volontario sugli obiettivi con l'Agenzia dell'energia per l'economia e compensa le emissioni residue di CO2 con certificati del progetto Makira REDD+ in Madagascar.

visita l'Energie-Agentur der Wirtschaft

visita il progetto Makira

Lo Zoo di Zurigo acquista al 100% eco-corrente del marchio «naturemade star» da EWZ. Altra energia giunge dagli impianti fotovoltaici e dai pannelli solari. Con rifiuti verdi e letame produce biogas, mentre lampadine a risparmio energetico, rilevatori di movimento e regolatori di corrente contribuiscono a ridurre i consumi energetici.

visita l'EWZ

Il 90% del calore è prodotto in forma sostenibile allo Zoo di Zurigo, ad esempio con scarti di legno trovati nel bosco (circa il 70% dell’intero fabbisogno termico) e mediante una pompa di calore (foresta pluviale Masoala). Gli impianti di recupero, il rinnovamento della centrale energetica e un isolamento termico ottimale per le nuove costruzioni e le parti ristrutturate abbattono ulteriormente la potenza termica richiesta e soprattutto il ricorso all'olio combustibile.

Per ridurre al minimo il consumo di acqua, vari settori dello Zoo di Zurigo utilizzano acqua piovana e acque grigie per rabboccare le vasche, irrigare a pioggia le superfici e sciacquare i gabinetti nelle toilette. Per l'approvvigionamento idrico della foresta pluviale Masoala e del parco degli elefanti Kaeng Krachan si utilizza acqua piovana trattata. La pulizia delle superfici d’acqua è garantita fra le altre cose da sistemi di depurazione delle vasche all’interno della struttura stessa.

Lo Zoo di Zurigo differenzia e riutilizza sistematicamente i rifiuti. Metallo, legno, carta, cartone, calcinacci, verde, batterie e PET vengono raccolti e separati nel cortile di servizio per poi essere smaltiti a regola d'arte. I rifiuti vegetali sono utilizzati per la produzione di biogas. Pezzi di piante e scarti di legno del bosco vengono invece trattati per gli animali e, una volta usati, destinati al compostaggio e al riciclaggio alla stregua di legno vecchio.

Lo Zoo di Zurigo consiglia ai propri visitatori di utilizzare i mezzi di trasporto pubblici e grazie a una partnership con FFS e ZVV offre anche incentivi interessanti. Persegue inoltre l'obiettivo di promuovere un trasporto pubblico molto particolare per recarsi allo Zoo: la funivia da Stettbach.

visita la Zooseilbahn

Lo Zoo di Zurigo costruisce secondo le direttive ecologiche del cantone di Zurigo, mentre per risanamenti e nuove costruzioni si orienta al modello degli indici emanato dalla Conferenza dei direttori dell'energia. I dispositivi pesanti adibiti al trasporto di imprese esterne devono essere dotati di filtri antiparticolato, mentre i materiali da costruzione riutilizzabili vengono differenziati a regola d'arte. Lo Zoo di Zurigo utilizza colori, vernici e colle senza solventi ed evita CFC e altre sostanze tossiche.

visita la Baudirektion ZH

visita il Forest Stewardship Council

visita l'EnDK